La Torcia che Pininfarina ha progettato è una reinterpretazione moderna della fiaccola tradizionale in legno in cui è il metallo a prendere idealmente fuoco e a bruciare. La fiamma, quindi, avvolge il corpo della Torcia piuttosto che uscire da un foro sulla sommità, come accadeva nelle edizioni passate. Per sviluppare questo concetto è stata creata una forma dinamica e innovativa che può ricordare la punta di uno sci ma anche il monumento simbolo di Torino, la Mole Antonelliana.

Pininfarina non solo ha curato lo stile e lo sviluppo ingegneristico della Torcia ma anche la produzione: ne sono stati realizzati 12 mila esemplari numerati per le Olimpiadi e 125 per la Paralimpiadi. La Fiamma Olimpica è passata di mano a oltre 11 mila tedofori, attraversando tutte le regioni e province italiane, lungo un percorso di 11 mila chilometri.

Quest’opera di design si è aggiudicata il premio “Lorenzo il Magnifico”, massimo riconoscimento della Biennale dell’Arte Contemporanea di Firenze, con la seguente motivazione: “Il Magnifico Lorenzo de Medici s’inchina alla bellezza di pura sintesi della Torcia Olimpica sorta dal multiforme ingegno taurinense e dal sublime mastro di linee, Pininfarina”.

Photogallery

La Torcia olimpica progettata da Pininfarina è uno strumento tecnologicamente avanzato ed è stata studiata per rispondere ad alcuni requisiti tecnici fondamentali: non si può riaccendere e non deve spegnersi neppure in condizioni climatiche avverse come pioggia, neve e vento fino a 120 km/h; deve resistere a temperature dai -20°C a +25°C e il fuoco che sprigiona deve avere un’altezza costante e controllata e un’autonomia di 15 minuti. Inoltre, la Torcia, che è alta 765 mm, ha un diametro di 108 mm e pesa 1,850 kg; deve funzionare sia al livello del mare che a 5.000 metri di quota. Infine, per consentirne la visibilità in TV in ore diurne e notturne, la fiamma generata dalla combustione è di colore giallo-arancione, mentre il fumo è atossico e inodore.

Per quanto riguarda i materiali utilizzati, il guscio esterno è realizzato in alluminio, l’equipaggiamento interno in acciaio, rame e tecnopolimeri, mentre la finitura superficiale prevede una goffratura che favorisce la presa della Torcia e una verniciatura speciale resistente alle alte temperature. Ad alimentare la Torcia è una miscela di idrocarburi (propilene-butano) contenuta in una bomboletta in alluminio standard per spray. Un sistema di combustione inedito ed esclusivo garantisce al contempo la stabilità della fiamma, la resistenza allo spegnimento e la visibilità.

12 mila esemplari numerati. Più di 11 mila tedofori

In qualità di fornitore ufficiale, Pininfarina ha voluto contribuire al successo dei Giochi Olimpici e Paralimpici Invernali di Torino 2006 disegnando e realizzando la Torcia che è un concentrato di quelle competenze distintive dell’azienda a livello mondiale: la maestria nel design, nell’ingegnerizzazione e nella produzione. 

Per ottimizzare funzionalità e prestazioni della Torcia nelle condizioni ambientali ed eseguire gli opportuni test di verifica, alcuni dei quali in Galleria del vento, ha partecipato allo sviluppo del progetto un team composto da 25 persone provenienti da tutti i settori di attività del gruppo Pininfarina. 

WHEN

TIMELINE

Industrial design

AT THE SAME TIME...

  • 2002

    TRAM SIRIO

    Sirio, il tram disegnato da Pininfarina per le città d’Europa

  • 2003

    SEDE PININFARINA EXTRA

    Quando il design gioca in casa: la nuova sede Pininfarina Extra

  • 2003

    SCHREDER FRANCESCA

    Un innovativo dispositivo d'illuminazione urbana. È…

  • 2004

    NIDO

    un concept innovativo per analizzare la sicurezza delle piccole automobili

  • 2005

    VOLVO C70

    Il coupé-cabriolet dall'esclusivo hard-top ripiegabile

  • 2005

    BIRDCAGE 75TH

    Il Rinascimento del car design made in Pininfarina: Maserati Birdcage 75th

  • 2005

    FERRARI P4/5 BY PININFARINA

    Ferrari P4/5, un sogno tailor-made su strada

  • 2007

    CHERY A3

    Due modelli per la Cina firmati Pininfarina: la A3 e la A3 sport

  • 2007

    MASERATI GRANTURISMO

    Un nuovo capolavoro creato da Pininfarina

  • 2007

    CEAN

    Con il progetto “Insegna” Pininfarina esplora l’architettura d’interni

  • 2007

    GICSA - TORRE MEXICO

    Pininfarina entra nel settore del design residenziale con il progetto della Torre México.

  • 2007

    KEATING HOTEL

    Con il Keating Hotel, Pininfarina entra nel settore hospitality

  • 2008

    SINTESI

    È il tempo di Sintesi, il concept che esplora l’auto del futuro, firmato da Pininfarina.

  • 2008

    HYPERION

    Pininfarina ritorna alle vetture fuoriserie per clienti speciali

  • 2008

    ALENIA SUPERJET SSJ-100

    Il design Pininfarina vola alto con il Sukhoi Superjet 100

  • 2008

    Design Ability

    Il design accessibile a tutti è in mostra con

  • 2008

    STAND CHTPZ

    Il mood dell'architettura applicato al design d'interni. Lo ha immaginato e sviluppato Pininfarina per lo

  • 2008

    GUERLAIN HOMME

    Il consumer design firmato Pininfarina: Guerlain Homme

  • 2008

    PININFARINA BLUECAR

    È elettrica. Non inquina e non è rumorosa. E offre il meglio dell’innovazione tecnologica. È la BLUECAR, disegnata e progettata da Pininfarina.

  • 2009

    MASERATI GRANCABRIO

    La prima cabriolet Maserati GranCabrio a quattro posti è firmata Pininfarina

  • 2009

    AEROTOYSTORE

    Pininfarina incontra Aero Toy Store: il design prende il volo.

  • 2009

    PRINOTH BEAST

    Sulla neve arriva Beast, il battipista disegnato da Pininfarina

  • 2009

    RAMAZZOTTI - THE GLOBE PININFARINA

    Pininfarina e Amaro Ramazzotti: design da bere